Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
Home contatti credits
Sezioni
Storia
Discografia
Testi
Foto
Fans
Specials [video]
Specials [magazine & Co. ]
Link

motore di ricerca



Specials
KING INTERVIEW ON BBC - COVENTRY
Intervista radio di Pete Chambers a Paul King
21 ottobre 2005

[download audio file]
(durata 15.20 minuti - file mp3 12,5 Mb)


love and pride japwww.paulking.it
(PK = Paul King)
(PC = Pete Chambers)
(Malcom = M - radio host)













PC = Oggi, una persona di cui parleremo e alla quale parleremo è naturalmente Paul King. La band King è comparsa sulla scena locale nel 1982 colpendo subito tutti con il loro stile di musica e con i loro famosi Doc Martins colorati; è stato bello in quanto penso si fosse verso la fine del fenomeno Two Tone, del quale parlavamo poco fa: Two Tone stava scomparendo di una morte per cosi dire naturale e la gente era curiosa di vedere quale sarebbe stato il nuovo fenomeno a Coventry e non solo ed è stato grandioso vedere una band di successo di Coventry presentarsi sulla scena proprio quando il Two Tone stava scomparendo quindi quella è stata secondo me una parte importante della storia musicale di Coventry, per lo meno per quanto mi riguarda e mi ricordo che era un periodo di gran fermento, si pensava che il Two Tone fosse arrivato e poi sparito e …"
M = Multi-Tone, no?
PC = Multi-Tone, sì penso che abbia parlato qualche volta di Multi-Tone dopo il Two Tone
M = Me l'hai già detto… ma lo sai che Paul King è ancora tutt'oggi un'icona mondiale e intendo proprio mondiale, la gente lo segue ancora tantissimo, no? Non dico di essere sorpreso, dico solo che la gente tiene ancora questa persona in altissima considerazione, vero?
PC = E' vero e a quanto pare molti fans sono in Italia
M = Ah...
PC = Non so perchè, forse Paul può illuminarci su questo fenomeno. Non so perchè ma l'Italia sembra avere la principale base di fans per Paul e Paul King…
M = e poi potrebbero anche…
PC = e, scusa intendevo King e Paul King
M = potrebbero anche essere su internet proprio adesso
PC = Beh, a quanto pare, ho ricevuto qualche informazione "interna" e ci sono circa 114 fans che stanno ascoltando non solo in Italia, ma in tutto il mondo, tutti i fans che visitano regolarmente questo particolare sito web che è www.paulking.it per l'Italia
M = Allora dovremmo dire "buonasera segnorita buonasera"?
PC = magari "ciao" che è probabilmente più semplice …
M = Allora per tutti i fans che sono in Italia, oh no facciamo le cose in grande, per tutti i fans in Europa che sono all'ascolto, o dovunque siate, Paul King è collegato adesso, davvero un bel regalo per tutti voi. Buon pomeriggio Paul.
PK = Buon pomeriggio a voi!
M = Ci fa molto piacere averti come ospite, io sono Malcom e con me c'è Pete Chambers che probabilmente conosci bene
PK = esatto
PC = ehi ciao? Come stai?
PK = molto bene grazie
PC = bene; che piacere parlarti
PK = il piacere è reciproco, per entrambi, è bello essere in radio… e a quanto pare sto parlando anche con l'Italia
PC = è vero! Sai spiegarti come mai questo fenomeno?
PK = Non saprei dirti un motivo particolare… in Italia abbiamo fatto delle tournee, abbiamo avuto molto successo e abbiamo avuto una serie di successi nelle chart ma oltre a ciò, non saprei dire perché in particolare sia l'Italia, più della Spagna o della Francia o di altri paesi, proprio non saprei.
PC = ho capito, perché parecchie delle persone che sono all'ascolto, e cito alcuni dei principali cioè Lucio, Paola e Fabio.. spero di aver pronunciato bene i loro nomi… una delle domande che vorrebbero che io ti facessi, anche se è forse una domanda prematura ma… pensi che tornerai ma a fare di nuovo della musica?
PK = ehm.. dubito … veramente, penso che … sono comunque ancora molto coinvolto nel mondo della musica nel senso che ora sono a capo della produzione della VH1 che è parte del gruppo MTV ovviamente siamo un canale televisivo, quindi….sono costantemente coinvolto e vivo nella musica …
PC = chiaro
PK = ho ancora un piccolo studio a casa e lo faccio per mio piacere personale, la musica mi rilassa ed è quello che tendo a fare, se ho un pò di tempo vado lì, mi siedo e faccio musica ma il discorso di renderla commercialmente pubblica o fare parte di quei tour tipo "Dove sono Oggi" o simili.. non è un qualcosa che mi attiri particolarmente e non riesco a immaginare come incastrarla nella mia vita in questo momento… ma non si sa mai … come diceva Sean Connery "mai dire mai"
M = mai dire mai … comunque ti faccio I miei complimenti Paul per questa cosa perchè penso che sia un'opzione facile, senza togliere rispetto a chi lo fa, quella di saltare sul carrozzone del.. non so… "Questi sono gli anni 80" bla bla bla….
PC = sì
M = la musica secondo te è cambiata in una direzione migliore ed è ciò parte della tua decisione di non ributtarti nella mischia o forse la musica è peggiorata da quando eri al tuo massimo successo Paul?
PK = (ride) non penso che sia cambiata in peggio … penso che ci sia un sacco di musica fantastica in giro, penso che il modo in cui fruiamo della musica è ovviamente cambiato, naturalmente penso all'Internet o ai multi-canali che sono disponibili, le stazioni radio, e penso che buona parte della musica migliore non è necessariamente quella che vediamo in tv o che troviamo nei negozi di dischi ma esiste molta ottima musica è innegabile; per quanto mi riguarda ho deciso tanto tempo fa, con King abbiamo avuto un'ottima carriera e abbiamo raggiunto tutti gli obbiettivi che ci eravamo prefissati, sai arriva al momento di scegliere, arrivi alla conclusione di un'esperienza del genere e ti chiedi vado avanti solo per il gusto di farlo, perché mi diverto ancora o perché devo continuare a farlo, e sai ho visto parecchi dei miei contemporanei e molti hanno fatto il tour Anni 80 e cose simili e... faccio loro tanto di cappello, per molti artisti l'esibirsi su un palco è l'unica cosa che abbiamo mai voluto e non è un qualcosa alla quale possano rinunciare tanto facilmente e… ho visto alcuni dei loro spettacoli e sono molto belli, al pubblico piace e l'artista ama esibirsi quindi non ho nulla contro chi lo fa, penso sia ottimo che lo facciano, è solo un qualcosa che non attira me in modo particolare.
PC = Paul hai parlato di una carriera per i King, e non è stata una carriera molto lunga, pensi come me che King poteva continuare ancora un pò e che avesse ancora molto da dare?
PK = beh, penso come capita in tutte le band … in un certo senso…considerando King come catalogo musicale che è stato molto breve in termini di materiale registrato, è stato meglio ritirarsi quando si era al massimo ed essenzialmente si è fermato invece di essere poi svalutato o non apprezzato. Penso, e credo sia lo stesso per i ragazzi e in effetti per qualunque artista…passi quattro o cinque anni come abbiamo fatto noi cercando di mettere insieme il primo disco come band e quando siamo arrivati all'uscita del primo album eravamo un'unità musicale molto molto unita
PC = sì
PK = ed è una cosa che non necessariamente appare sul disco, perchè fare dischi è una cosa così nuova per la maggior parte delle band, e alcuni sono molto fortunati perchè vanno e fanno un disco che rappresenta completamente ciò che sono, contiene lo spirito di ciò che sono e il loro sound ma per la maggior parte degli artisti che hanno avuto la longevità, che ancora oggi applaudiamo, vedrai che si tratta di un processo graduale di quattro, cinque, sei album prima che si trovino in effetti in uno studio di registrazione e poi non molti artisti allora… gli anni 80 sono stato l'inizio di questo fenomeno, attraverso l'avvento dei video e delle compilation di greatest hits (ad es. le compilation "Now"1, 2, 3, 4 e 5) improvvisamente ci si ritrova a gestire degli artisti da "singolo" ai quali non veniva permesso di svilupparsi in artisti da "album" e poi si è arrivato a questi anni attuali dove le compagnie discografiche non investono seriamente in talenti a lungo termine ed è qui che si trova all'estremità alta della musica commerciale una mancanza di musica di qualità, ma come ho detto togliendo le principali etichette si possono trovare grandi dischi e ottimi artisti.
M = Paul King e Pete Chambers della BBC Coventry, questo è il pezzo che ha dato la notorietà ai King , "Love and Pride".

[suona alla radio "Love and Pride"]


M = è sempre un gran bel pezzo vero? E' fantastico … Paul è sempre una gran bella canzone, vero? Che sensazioni provi ascoltandola oggi e la ascolti sovente?
PK = stranamente no, non l'ascolto spesso, ogni tanto mi capita, mi sono sorpreso una volta …in effetti in Germania quest'anno hanno rifatto Love and Pride come una sorta di dance club mix, tra l'altro fatto molto bene, e mi hanno come dire "fregato" perchè dovevano ovviamente ottenere il permesso per I diritti in quanto era composto di campionature degli originali e di conseguenza ho dovuto ascoltarla e ho anche messo l'originale sul mio Ipod quindi.. .ho messo la funzione shuffle sul mio Ipod e infatti la settimana scorsa mi ha colto di sorpresa mentre ero in giro per la strada è spuntata ed ero tentato ma… la ascolto oppure no? E devo dire che mi ha fatto piacere ascoltarla in quel modo.
PC = beh è una grande canzone, lo è sempre stata e lo è ancora
PK = già, è un bel disco pop, poi come capita a tutti quelli che fanno dischi finisci per ascoltarla e pensare "ah, avremmo dovuto cambiarla o farla in un altro modo"
PC = ovvio, capita sempre così
PK = è vero, comunque devo dire che quando mi capita di ascoltarla di sorpresa e non sto lì ad analizzarla, mi piace ancora
PC = parlando di Love and Pride, per me erano tempi molto eccitanti come fan, come stavo dicendo a Malcom, quali erano le tue sensazioni quando avete avuto la vostra prima hit, quando le cose stava iniziando a prendere forma nella tournee con i Culture Club
PK = è stato un periodo elettrizzante e poi, come dicevo prima, avevamo formato il gruppo intorno al 1980-81 e poi come sai Tony Wall che era il bassista era con me in una band precedente chiamata i Reluctant Stereotypes…
PC = I Reluctant Stereotypes, certo
PK = arrivare sai alla prima "Hit" vuol dire almeno sei, sette anni di lavoro, e quando finalmente arriva il successo pensi grazie a Dio perchè lungo il percorso chiunque cerchi di realizzare questa cosa, ai tempi prima di Pop Idol, sei praticamente da solo e vai avanti alimentato dalla tua fede e dalla convinzione che ce la farai e che succederà, ma ci sono anche tanti che non ci credono e naturalmente tu stesso hai i tuoi dubbi, sai ti dici "certo, avremo un disco primo in classifica, sì saremo una band superfamosa" e poi ti ritrovi ancora al General Wolf o al Dog And Trumpet o chissà dove ed è solo la tua fede e la tua determinazione che ti porteranno ad realizzare il tuo obiettivo e chiaramente quando poi è successo è stato fantastico.
PC = poi aveva iniziato con il nome "The Royal Screams" vero?
PK = sì, stavamo cercando.. perchè come ho detto ero negli Stereotypes e uscendo da quella esperienza cercavamo di capire che direzione prendere con questo nuovo gruppo e con i Royal Screams avevamo vari tipi di arrangiamenti e anche di musicisti, mi ricordo che avevamo persino una tromba e poi… sai cercavamo di capire come rientrare nello schema delle cose, sono arrivato al termine della vostra conservazione sul Two Tone e naturalmente il Two Tone aveva avuto un'enorme influenza sulla città e per quanto mi riguarda personalmente ero più interessato a osservare il fenomeno che non a prenderne parte; gli Stereotypes sono arrivati alla fine di quel periodo, Two Tone aveva creato un qualcosa in termini di energia ma anche per le sue influenze musicali che erano quelle con le quali noi teenagers eravamo cresciuto a Coventry nei primi anni settanta cioè un misto di influenze west indies e parecchio reggae, andavamo al Queen's Hall quindi c'era parecchio reggae e poi è arrivato il punk e quindi con King ci chiedevamo allora cosa vogliamo fare? Io ero molto preso da Bowie e dai Roxy quindi si trattava di cercare di unire tutte queste influenze insieme ecco perchè eravamo arrivati a questa etichetta del Multi-Tone, se Two Tone era il bianco e nero allora noi eravamo tutti i colori
PC = ovvio
M = bene, è stato un gran piacere parlarti Paul
PK = okay
M = e so che Pete la pensa allo stesso modo
PC = sì, assolutamente, mi ha fatto molto piacere parlarti
PK = piacere mio essere qui
M = spero che abbiamo fatto giustizia agli ascoltatori italiani; qual è stata la cosa più importante in una parola che hai imparato alla Coventry Drama School?
PK = (ride) …beh…in effetti, la disciplina
M = è una parola fantastica per descriverla, è vero
PK = sì, ce ne vuole un pò nella vita
M = assolutamente, mi piace quello che hai detto che nell'era prima di X Factor o Pop Idol, non era facile farsi u nome e loro certamente l'hanno fatto
PC = è vero
M = bene, Paul grazie mille
PK = piacere mio, mi ha fatto molto piacere parlare con entrambi
M = ottimo
PC = statemi bene
PK = saluti
M = era Paul King dei King





Powered by Lucio Nanfara